Diamond Love Bond / News  / Diamonds and Trust

Diamonds and Trust

25 Gen 2017

Conversazione con Marco Pocaterra nato ex Direttore Generale di Pasquale Bruni,
dal 2005 Amministratore Delegato di Diamond Love Bond, azienda che vende i diamanti
più puri ed etici al mondo. 

Qual è la vostra filosofia di impresa e cosa vi differenzia dalle altre realtà che commercializzano diamanti?

Il nostro marchio registrato, Diamond Love Bond (Diamante Legame d’Amore), racchiude la nostra filosofia: si acquista un diamante naturale perché fa bene al cuore e all’anima.     Il nostro elemento distintivo è quello di lavorare grazie ai nostri rapporti privilegiati con i più grandi clienti di Alrosa e i principali Sightholders di De Beers – con i diamanti più rari, vale a dire con meno dello 0,5% della disponibilità mondiale di prodotto. Il nostro standard di qualità è il più elevato nella nostra industria, anche nei top brand come Cartier, Bulgari, Tiffany, Van Cleef & Arpels. Noi selezioniamo diamanti naturali certificati GIA Gemological Institute of America esclusivamente di purezza FL e IF, nei colori D-E-F, di qualità Triplo Excellent, Fluorescenza Assente. Tutti i nostri diamanti rientrano nelle restrittive specifiche A1 definite da Rapaport per l’assegnazione dei certificati IDR Investment Diamond Report. I nostri prodotti in Italia sono disponibili presso oltre 1.500 filiali del Gruppo UBI Banca.

Quando, secondo lei, un diamante può essere definito ‘etico’?
Il tema dei diamanti etici spazia dal Kimberley Process alla legittimità di origine, ovvero al non coinvolgimento dei diamanti in traffici illegali come quelli del narcotraffico, delle armi, della prostituzione, del traffico dei migranti, del finanziamento al terrorismo, del riciclaggio e della corruzione. Gli operatori sono responsabili, in ogni passaggio della filiera, nel garantire che il consumatore non riceva diamanti legati a tali attività. Dall’altra parte c’è la responsabilità del cliente, che deve pretendere di ricevere un diamante con una certificazione dell’Istituto Gemmologico più autorevole insieme ad un regolare scontrino fiscale o fattura. Aspetti sui quali noi siamo inflessibili • (M.G.)

 

VO+DAILY – 23/01/2017